A BOLU – Il canto a tenore in Sardegna. Regia di Davide Melis. Gio 9 FEBB. ORE 20.30

A bolu”, il film, è un viaggio alla scoperta di una delle più importanti e originali espressioni culturali della Sardegna: il Canto a Tenore. Inserito nel 2005 dall’UNESCO tra i Capolavori del Patrimonio Immateriale dell’umanità per la sua unicità e la sua bellezza, è un canto polivocale nel quale un solista (sa boghe) è accompagnato ad accordi da un coro a tre parti caratterizzate dall’emissione vocale gutturale.

Interpretato dai poeti e cantori della Sardegna, dai loro gruppi di canto (Tenores), dagli appassionati e dalla gente comune, il film non si propone un’indagine etnomusicologica, ma vuole essere un’opera in cui il Tenore stesso è voce e protagonista del racconto e dei canti.

FESTIVAL DEL CINEMA IN BARBAGIA INVERNO 2023

Gavoi, dal 27 Gennaio al 24 Febbraio 2023

Sala Consiliare Comune Piazza Santa Croce 3 08020 Gavoi (NU)

INGRESSO GRATUITO

A bolu” è un racconto corale, un viaggio attraverso la Sardegna alla scoperta di uno dei suoi patrimoni culturali più significativi, più profondamente radicato, praticato e vivo: il Canto a Tenore.

Le vicende dei personaggi sono narrate partendo dall’incontro più importante: il film inizia con una scena (flashforward) che anticipa quello che sarà il finale: una grande festa di popolo. La conoscenza dei volti, delle voci che lo spettatore scopre in quel contesto viene approfondita nello sviluppo del film che terminerà, a conclusione di un percorso circolare, dove inizia: nella grande festa comunitaria.

Il Film costruisce la sua ossatura narrativa alternando dinamicamente parti dialogate e Canti a Tenore; attraverso i Canti, nei loro testi e nelle loro strutture armoniche e ritmiche, vera matrice dell’opera, il film intesse una trama volta a narrare la Sardegna nel suo complesso e le sue specificità locali, il carattere e la vita della sua gente mettendo in evidenza il profondo senso di unità e coesione che da sempre contraddistingue le comunità sarde.

Interpretato dai cantori della Sardegna, dai loro gruppi di canto (Tenores), dagli appassionati e dalla gente comune, il film non si propone come un’indagine etnomusicologica, ma vuole essere un’opera in cui il Tenore è parte attiva della narrazione e diviene strumento principe e costitutivo del racconto.

Così, sempre in equilibrio tra il rigore formale del documentario e lo spirito libero del cinema, “A bolu” si apre alla scoperta dell’attualità culturale di una regione e della sua gente.

I Canti, autentica matrice dell’opera ed elemento principe del racconto, cuciranno le testimonianze di comunità che, senza rinnegare le proprie origini e il proprio trascorso, facendo perno sulla propria cultura si protendono oggi verso un presente in continua trasformazione di cui il Canto a Tenore diviene non mera celebrazione di un passato ormai lontano, ma originale interpretazione poetica e musicale di tematiche sociali particolarmente vive all’interno delle comunità sarde.

Share this...