IL SALE DELLA TERRA di Win Wenders

LA RASSEGNA  Prosegue  con una pellicola d’eccezione, venerdì 18 dicembre a Gavoi, alle ore 21 presso l’Auditorium dell’Istituto Superiore Carmelo Floris il CINEtumbarinu – Festival del Cinema in Barbagia.

Magnificamente ispirato dalla potenza lirica della fotografia di Sebastião Salgado, Il sale della terra è un documentario monumentale, che traccia l’itinerario artistico e umano del fotografo brasiliano. Co-diretto da Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, figlio dell’artista, Il sale della terra è un’esperienza estetica esemplare e potente, un’opera sullo splendore del mondo e sull’irragionevolezza umana che rischia di spegnerlo. Alternando la storia personale di Salgado con le riflessioni sul suo mestiere di fotografo, il documentario ha un respiro malickiano, intimo e cosmico insieme, è un oggetto fuori formato, una preghiera che dialoga con la carne, la natura e Dio...vedi tutta la Trama

Prosegue così, con una pellicola d’eccezione, infatti Il film-documentario di Wenders è uno di quelli che connotano fortemente l’edizione 2015 del festival. Gli organizzatori, ProcivArci e Amministrazione Comunale, hanno, infatti, scelto come tema portante e titolo della rassegna Terra e Comunità, per sottolineare l’impegno per la salvaguardia e la sostenibilità ambientale e l’importanza della cultura solidale e comunitaria senza confini geografici.

 

Il sale della terra racconta l’epopea artistica e umana di Salgado, senza dubbio uno dei più grandi fotografi viventi, che ha fatto delle sue foto la denuncia di tutte le violazioni di cui l’uomo è capace nei confronti della terra madre e delle comunità umane. Il fotografo brasiliano ha immortalato con brutale semplicità, in bianco e nero, la realtà di 26 paesi del mondo e ha documentato le condizioni di vita e sfruttamento degli ultimi della terra. La sua storia ha rapito il regista Wim Wenders che con il figlio dello stesso fotografo ha reso in modo splendidamente cinematografico e dinamico i mondi fotografati da Salgado.

 

Un viaggio epico quello che gli spettatori sono invitati a fare al fianco di Salgado che testimonia l’uomo e la natura, che non smette di percorrere il mondo e ci permette di approcciare fotograficamente le questioni del territorio, la maniera dell’uomo di creare o distruggere, le storie di sopraffazione scritte dall’economia, l’effetto delle nostre azioni sulla natura, intesa sempre come bene comune.

 

Il film sarà preceduto dalla consueta introduzione creativa che accompagnerà lo spettatore nella lettura dell’opera cinematografica.

 

 

14/12/2015

L’Amministrazione Comunale di Gavoi

       e l’Associazione ProcivArci

SALE-TERRA